giovedì 17 maggio 2012

Parole che pesano

La faccio semplice. L'omofobia è quell'insieme di battutine, insulti, minacce o peggio che colpiscono principalmente gli omosessuali di sesso maschile. E' una mancanza di rispetto, è considerare l'omosessuale non come una persona, ma come un bersaglio, un essere inferiore che non merita di stare sulla stessa terra. Rimanendo agli insulti, questi colpiscono come un pugile che ti lavora ai fianchi. Primo insulto PUM! sopporti. Secondo insulto PUM! sopporti ancora. Terzo insulto PUM! comincia a mancarti il fiato. E poi ancora PUM! PUM! PUM! alla fine o riesci a contrattaccare oppure soccombi. Le parole fanno male. Fanno male più delle botte.